La mafia invade il bresciano, confiscati 93 beni nella nostra provincia

on Mercoledì, 25 Febbraio 2015. Posted in SOCIETA, Locale, CULTURA, CRONACA

La mafia invade il bresciano, confiscati 93 beni nella nostra provincia

I tentacoli della mafia, è oramai cosa ben nota, si sono insediati anche al Nord ed il fenomeno della criminalità organizzata, un tempo circoscritto al Sud del Paese, ha rotto gli argini, trovando terreno fertile anche nella ricca Lombardia ed insinuandosi pure nella provincia bresciana, come dimostrano i recenti episodi di cronaca.

Raccolta rifiuti Brescia, Legambiente: punti oscuri della relazione di Aprica

on Lunedì, 23 Febbraio 2015. Posted in AMBIENTE, Locale, POLITICA, TECNOLOGIA, Brescia

Legambiente Brescia boccia la soluzione di conferimento “mista” dei rifiuti proposta dal Comune di Brescia.

Raccolta rifiuti Brescia, Legambiente: punti oscuri della relazione di Aprica

“Il sistema porta a porta è l’unico realmente efficace” afferma compatta l’associazione per bocca del suo presidente Carmine Trecroci. Un parere ragionato, costruito a partire proprio dalla relazione presentata da Aprica nei giorni scorsi che ha paragonato tre sistemi di raccolta dei rifiuti: attraverso il cassonetto (la situazione attuale di Brescia), con il porta a porta, e con il sistema cosiddetto “misto”, ovvero porta a porta e cassonetti a calotte.

Tav Brescia: un’opera che spacca il Pd locale

on Lunedì, 23 Febbraio 2015. Posted in AMBIENTE, Locale, POLITICA, TECNOLOGIA, Brescia

Amministratori democratici a confronto sul futuro dell’alta velocità nel Bresciano. Manzoni:«elementi lacunosi e inattuabili del progetto originario»

Tav Brescia: un’opera che spacca il Pd locale

I flussi non si preoccupano dei confini ma, al dunque, impattano sui territori. Così accade all’alta velocità bresciana, segmento dell’immenso corridoio 5 che quando fu pensato in anni oramai lontani doveva arrivare fino a Kiev, capitale dell’oriente d’Europa oggi attraversata dalla guerra. In terra bresciana la Tav alimenta i timori delle comunità locali e se a Desenzano sono preoccupati per le vigne che oggi danno ricchezza e domani potrebbero non esserci più, a Montichiari vogliono la fermata per dare linfa a quell’aeroporto mai decollato che oggi guarda con speranza al ritorno in ottobre di qualche volo Ryanair. In città non capiscono nemmeno perché i treni non dovrebbero fermarsi nel capoluogo.

Nell'inceneritore di Brescia arriveranno più rifiuti dal Sud grazie a Renzi

on Sabato, 21 Febbraio 2015. Posted in AMBIENTE, SALUTE, SOCIETA, Locale, TECNOLOGIA, Brescia

L’impianto inserito dal Governo nell’elenco dei TU destinati ad accogliere la spazzatura di Campania, Lazio, Sicilia. Brucerà il 10% in più

Nell'inceneritore di Brescia arriveranno più rifiuti dal Sud grazie a Renzi

«Sblocca rifiuti» ultimo atto. L’inceneritore di Brescia è stato scelto dal Governo per bruciare parte dell’immondizia del Sud Italia, in perenne emergenza rifiuti. La conferma viene dallo stesso assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi, che contro lo Sblocca Italia è ricorsa alla Corte Costituzionale. Il termoutilizzatore A2A «aumenterà del 10 per cento i quantitativi inceneriti», aggiunge la Terzi, avvicinandosi al massimo del suo carico termico.

Macogna: sì ai lavori per un'altra discarica tra Rovato e Cazzago

on Venerdì, 20 Febbraio 2015. Posted in AMBIENTE, Locale, POLITICA, CRONACA, Berlingo, Cazzago San Martino, Rovato, Travagliato

Macogna: sì ai lavori per un'altra discarica tra Rovato e Cazzago

Alla “Macogna”, la cava al confine tra Rovato, Cazzago, Berlingo e Travagliato, ripartono i lavori per la futura discarica, l’ennesima che potrebbe andare a impattare su un territorio, quello della Franciacorta, sempre meno “terra delle bollicine” e sempre più, purtroppo, “terra dei buchi”.

Un piccolo refresh, al riguardo:

http://www.bresciapoint.it/component/search/?searchword=macogna&searchphrase=all&Itemid=30